Ricerca

Ascolta Articolo

In caso di Plug-In mancante. Premi Qui

  • zoom in
  • zoom out
  • text align left
  • text align justify
  • text align right
  • font color
  • bold

 

 

Il male dentro

Una ragazzina di dieci anni, Jessica Simms, una mattina chiede alla madre di poter stare a casa da scuola, perché non si sente bene. Ammette di pensare che i suoi compagni la odino… Più tardi, a scuola, Jessica sta saltando la corda durante l’ora di educazione fisica quando lamenta dolori al petto. L’insegnante la spinge a concludere l’esercizio, ma la ragazzina collassa a terra: il suo cuore si è fermato.
In ospedale, Cuddy chiede ad House se ha già preso una decisione in merito a chi licenziare tra i membri del suo staff, come ordinato da Vogler. Greg vuole rimandare la decisione per quanto più tempo possibile, ma Lisa gli concede solo una settimana. In ascensore, Cameron informa il primario della nuova paziente: i medici non riescono a credere che una bambina di dieci anni possa aver avuto un attacco cardiaco, ma alcuni esami hanno dimostrato che è così. Chase pensa che la risposta sia semplice, e imputa come cause dell’attacco l’obesità e la depressione della ragazzina; il nefrologo invece è convinto che tutti i medici che hanno in precedenza visitato la paziente abbiano tralasciato qualcosa. Foreman ipotizza possa trattarsi di una condizione genetica, e Cameron accenna ad una sindrome metabolica, che può causare infarto in presenza di elevata pressione sanguigna. Il diagnosta ordina quindi una curva glicemica, ma prima di lasciar andare i colleghi li informa che dovrà licenziare uno di loro entro la fine della settimana. Tutti sono scioccati dalla notizia: Allison ed Eric pensano che debbano rimanere uniti per superare il momento.
Cameron illustra la sindrome alla madre di Jessica, e le spiega che può essere tenuta sotto controllo con una dieta e con esercizio fisico. La signora Simms però si lamenta del fatto che tutti i medici non riescono a vedere al di là del peso della figlia. Chase e Foreman cercano di far salire Jessica su di una bilancia per completare l’anamnesi; in seguito Robert si arrabbia con Eric perché quest’ultimo ha detto a Jessica che probabilmente in futuro crescerà e non sarà più grassa, come successe a lui. Inoltre è nervoso per il fatto che Cameron sostiene che essere magri non è importante, quando lei lo è certamente per piacere alla gente. Foreman ribatte che Chase probabilmente è agitato perché sa che sarà lui quello che verrà licenziato.
I medici eseguono il test su Jessica, che però si agita e cerca di levarsi la flebo. Dopo aver cercato di fermarla ed infine averla sedata, Foreman spiega alla signora Simms che la psicosi causata dall’ipoglicemia è molto comune durante quel tipo di esame.
Dai risultati, House dichiara che la paziente non è ipoglicemica, per cui la sua crisi psicotica è stata causata da qualcos’altro. Chase ipotizza possa trattarsi di un coagulo, ma Cameron lo contraddice; il trombo potrebbe comunque essere stato causato da una liposuzione, che però non risulta dalla cartella clinica. Greg prende in considerazione altri trattamenti anti-obesità quali le pillole dimagranti, che magari non si riscontrano nei tossicologici… Ordina quindi che la paziente venga messa sotto eparina e warfarin per evitare ulteriori coaguli, incaricando Eric di scovare eventuali pillole. Foreman rimprovera il diagnosta perché con le sue azioni sta mettendo i tre colleghi l’uno contro l’altro, ma il primario gli chiede chi secondo lui dovrebbe essere licenziato. Il neurologo nomina Chase, perché crede che non apprezzi il lavoro che ha: il nefrologo si dice sorpreso, pensava che non avrebbe fatto il nome di nessuno.
Vogler chiede a Cuddy se ci sono novità in merito alla riduzione del personale del reparto di diagnostica: cos’ha detto House al suo staff? Il presidente del consiglio di amministrazione in seguito avvicina Cameron e le offre il suo aiuto nel caso sia quella che verrà licenziata.
Foreman chiede all’insegnante di Jessica se l’ha mai vista prendere delle pillole, e apprende che la ragazzina non ha amici a scuola. Viene quindi indirizzato ad una ragazza più grande che le fa da tutor: questa gli spiega che la ragazzina corre sempre in cortile durante l’intervallo perché nessuno gioca mai con lei. Inoltre aggiunge che un giorno l’ha scoperta mentre prendeva delle pasticche.
Sebbene la signora Simms neghi di aver mai dato alcuna pillola dimagrante alla figlia, Jessica ammette di averne prese da sola: scoppia in lacrime e confessa a tutti di averlo fatto perché si sente brutta. Il farmaco sembra spiegare i suoi sintomi, ma più tardi i medici scoprono sul corpo della paziente delle grosse piaghe sanguinanti. In ufficio, Greg pensa che il warfarin che le è stato somministrato possa aver portato alla necrosi della pelle, ma Cameron replica che prima hanno somministrato l’eparina. Il primario domanda se qualcuno l’ha vista mentre somministrava prima l’eparina: quando nessuno può rispondere, ordina che venga avviata una flebo di eparina non frazionata e che le venga iniettata sottocute dell’eparina a basso peso molecolare. Nell’atrio, Allison si arrabbia con Chase perché non l’ha sostenuta durante la riunione: i colleghi si stanno allontanando sempre di più.
Vogler avvicina Foreman e gli chiede se ama lavorare per House: il neurologo risponde di sì.
Cameron sta eseguendo dei test di laboratorio quando il nefrologo la raggiunge chiedendole delucidazioni in merito all’errore commesso con l’eparina. Allison insiste nel sostenere di non aver sbagliato, ma non ha altre spiegazioni per il nuovo problema di Jessica. Il primario le chiede quindi chi secondo lei dovrebbe licenziare, ma l’immunologa suggerisce che tutti subiscano un taglio di stipendio in modo da poter rimanere.
Il giorno successivo, Greg annuncia a Vogler e Cuddy di aver deciso: vuole che gli stipendi vengano tagliati del 17%, così tutti potranno rimanere. Il presidente però respinge la proposta, perché non è una questione di soldi: vuole avere una prova che il nefrologo farà tutto quello che lui gli ordina di fare, non importa quanto questo gli costi.
Il diagnosta riunisce lo staff, che riporta il fatto che la necrosi sta peggiorando. Wilson pensa che se non la fermeranno, ucciderà Jessica in tre ore: devono eliminarla prima che penetri la parete addominale. James ed Eric informano la signora Simms che una mastectomia radicale potrebbe essere l’unica chance di sopravvivenza per la figlia, dato che la necrosi da warfarin attacca i tessuti adiposi.
Cameron entra nell’ufficio del capo, accusandolo di insistere con la storia dell’errore commesso per avere la scusa di licenziarla. Lui controbatte che forse ha sbagliato veramente, ma Allison si chiede se House non riesca ad affrontare i sentimenti che prova per lei. Greg replica che lei è l’unica a provare sentimenti, forse sta agendo in quel modo perché vuole essere licenziata… Nel frattempo, Vogler informa Chase che se sarà lui quello ad essere licenziato, avrà bisogno di una nuova talpa all’interno dello staff. Robert ribatte che gli sta fornendo le informazioni solamente per proteggersi.
Non ci sono miglioramenti nella necrosi di Jessica, e il diagnosta si chiede se Cameron si sia veramente sbagliata: forse no, ma non riesce a trovare altre spiegazioni per quanto accaduto. Chase ipotizza che forse l’obesità della paziente sia un sintomo di qualcos’altro, non la causa: non potrebbe trattarsi di ipotiroidismo? I genitori sono entrambi alti, ma la ragazzina è bassa… Il nefrologo inizia a capire: crescita limitata, pressione alta, coaguli e obesità sono tutti sintomi del morbo di Cushing. Può anche spiegare la necrosi della pelle, in alcuni casi.
Foreman fa notare che gli esami del sangue non hanno mostrato alcun livello anormale di cortisolo, ma House replica che è una cosa ciclica, non hanno cercato nel momento giusto. Manca solamente un’ora al peggio, per cui i medici valutano le opzioni: eseguire la mastectomia oppure trattarla per il Cushing. Se si sbagliano sul morbo, Jessica morirà. Greg ordina una veloce risonanza per verificare cosa potrebbe causare l’ipercortisolemia; Robert ed Eric studiano i risultati: c’è un tumore nel cervello, che conferma il morbo di Cushing.
Foreman illustra la situazione alla signora Simms: l’intervento è piuttosto rischioso perché il tumore è localizzato tra i seni cavernosi, dove si trova anche l’area che controlla i movimenti oculari, e l’arteria più grossa che alimenta il cervello. Il chirurgo eseguirà un’incisione sotto il labbro di Jessica ed inserirà un microscopio a fibre ottiche, poi attraverso l’incisione inciderà il tumore, lo ridurrà a pezzettini e lo rimuoverà. Dopo alcune ore, l’intervento termina con successo.
Una settimana dopo, Jessica torna per i controlli: è dimagrita molto. Chase, Foreman e Cameron sono felici di vederla finalmente stare meglio; House intanto si reca ad incontrare Cuddy e Vogler. Il primario ha deciso, licenzierà Robert, ma Vogler non approva la scelta e ordina che opti per qualcun altro: se non lo farà, il reparto chiuderà. Allison, intanto, aggiorna il suo curriculum vitae…
In ambulatorio, House visita una donna grassa che lamenta dolori al petto. Greg sostiene che si tratta di acidità di stomaco, e poi la informa che a suo parere è incinta. La paziente replica che è impossibile; il marito ha subito una vasectomia e usano il preservativo, avendo già sei figli. Il diagnosta però non è convinto, e la donna lo aggredisce verbalmente sostenendo che lei è contenta di essere in sovrappeso. Il primario per sicurezza le fa l’esame del sangue: non è incinta, ma ha un tumore benigno alle ovaie di tredici chili! Wilson le fissa un intervento per rimuoverlo, ma la paziente rifiuta: la massa non la ucciderà, e lei non vuole dimagrire perché al marito lei piace così. Il signor Hernandez il giorno successivo si reca da House: vuole spiegazioni sul problema della moglie. Greg, sebbene recalcitrante, gli parla; l’uomo vuole che i medici mentano a Lucille perché si operi, non intende perderla. Il diagnosta chiede all’interlocutore di farla tornare… Più tardi la donna si ripresenta, e il nefrologo le spiega che gli uomini sono maiali, non ci saranno problemi se lei si opererà perché il marito e i suoi amanti faranno ancora sesso con lei. La donna è stupita, ma il primario le rivela di aver notato che alcuni dei suoi figli, visti in foto, non possono essere figli del marito in quanto hanno gli occhi azzurri. Alla fine Lucille si arrende all’intervento…

Musica: la canzone delle scene finali è "Got to Be More Careful" di Jon Cleary.

Curiosità: House scrive "TEMPORARY PSYCHOSIS" sulla lavagna, poi sembra appoggiare il pennarello. In seguito viene ripreso lo studio, e Chase dà la sua teoria in merito al perché la ragazza ha avuto l’attacco di psicosi. Le parole "TEMPORARY PSYCHOSIS" ora sono cerchiate sulla lavagna, ma Greg aveva appoggiato il pennarello… I medici discutono per qualche minuto, e le parole "TEMPORARY PSYCHOSIS" sono sempre cerchiate; House poi chiede a Cameron e Chase di somministrarle una medicina, e… "TEMPORARY PSYCHOSIS" sulla lavagna non è più cerchiato!

Fonte: Telesimo

-Episodio Sucessivo

 

Torna sopra