Ricerca

Ascolta Articolo

In caso di Plug-In mancante. Premi Qui

  • zoom in
  • zoom out
  • text align left
  • text align justify
  • text align right
  • font color
  • bold

 

 

Isolamento

Una donna ha appena partorito e si addormenta per qualche minuto nella stanza d'ospedale mentre il marito è assente. La neonata viene rapita. Scatta il cosiddetto "codice 7" e tutti i pazienti, infermieri e dottori sono tenuti a rimanere nelle stanze in cui si trovano. La Cuddy indaga sulla sparizione della bambina, prima sospettando del figliastro della donna, poi scoprendo che una infermiera, incoscientemente per via di una imminente crisi epilettica pilomotoria, aveva portato via la bambina durante un cambio di asciugamani. Wilson rimane con Tredici, ma non sanno di cosa parlare, così decidono di fare il gioco "obbligo o verità"; grazie alla conversazione con Tredici, Wilson deciderà di invitare a cena l'ex moglie Sam, e Tredici di dire a suo padre che è bisessuale e soffre di morbo di Huntington.

Foreman scende in archivio, dove trova Taub che cerca la cartella di un paziente. Visto che sono bloccati lì, si mettono a sbirciare nella documentazione privata sul passato di House per trovare qualcosa di compromettente, trovando solo referti spudoratamente falsificati dallo stesso Greg. Decidono allora di provare ad assumere due pillole a testa di Vicodin per impersonarlo e, dopo essersi ripresi dalla fase più stordente, guardano l'uno i documenti dell'altro: si scopre così che Foreman ha falsificato un esame ai tempi dell'università per primeggiare sugli altri studenti del corso, da lui definiti "viziati figli di papà". Taub invece ha avuto una carriera pregevole, ma si vergogna di essere finito a lavorare per persone molto più giovani di lui. Alla fine dell'episodio Taub, dopo aver convinto Foreman a non portare via la sua cartella, mette il foglio scottante nel tritadocumenti. Intanto Cameron fa una visita all'ospedale per far firmare a Chase i documenti del divorzio e lui le chiede prima di rispondere a tutte le sue domande; dopo qualche momento imbarazzante lui firma i documenti, ma l'incontro finisce con un amplesso su una barella, come "giusto addio".

House resta in una stanza con un malato terminale, il caso del quale era stato scartato proprio da lui, condannandolo così ad una morte imminente senza speranza. Dopo avere ammesso che la donna incontrata all'ospedale psichiatrico gli ha cambiato la vita, lo convince a telefonare alla figlia che ha abbandonato con la madre a sei anni: facendolo avrebbe smorzato il rimorso che non gli permette di morire in pace.

La figlia non lo va a trovare, come egli evidentemente sperava, ed al telefono risponde la segreteria; l'uomo, cosciente di essere rimasto solo, dice alla figlia di amarla e, appena agganciato il telefono, accetta l'offerta di House di una dose di morfina che lo faccia arrivare al decesso senza accorgersene; mentre il paziente perde i sensi, il medico gli chiede scusa per non avere accettato il suo caso. L'episodio si chiude con un'inquadratura alla scritta (posta sull'entrata dell'ospedale e circondata dall'edera) "Omnes te moriturum amant", ovvero "Tutti ti amano quando stai per morire".
Fonte: Wikipedia

Episodio Sucessivo


Questa pagina è stata vista

Torna sopra