1917

Il nuovo film di Sam Mendes è stato uno dei più apprezzati dalla critica mondiale. Racconta di un episodio accaduto durante la prima Guerra Mondiale ed ha come protagonisti due soldati inglesi, due giovani caporali Tom Blake e William Schofield, i quali devono avvertire il colonello Mackenzie, di un altro battaglione, di una trappola mortale a cui le sue truppe stanno andando incontro.

Il piano sequenza

La guida del film è il piano sequenza, che dura per tutta la durata del viaggio dei due soldati inglesi. A livello tecnico è stato realizzato con scene da circa 7 minuti ognuna, che sono state poi montate ad arte per far risultare una sequenza unica: i tagli, infatti, sono poco visibili e non danno l’impressione del cambio di scena.

Si tratta di un’operazione molto impegnativa a livello tecnico, come ha spiegato lo stesso Sam Mendes, che insieme al direttore della fotografia, Roger Deakins, ha realizzato un piccolo capolavoro di regia e montaggio. La fotografia delle scene rimane molto curata, nonostante la difficoltà di dare un’immagine ben costruita con la telecamera mobile, causata dalla volontà di effettuare un piano sequenza.

Il piano sequenza fa immergere a pieno lo spettatore, che arriva alla fine del film avendo “vissuto” la pellicola, con il senso di stanchezza dei protagonisti che diventa reale.

Gianni Loppi

Giovane laureato al Dams, classe 1989, con passione per il mondo del cinema e delle serie televisive. Passato da copywriter per altri portali legati alla cultura ed allo spettacolo. Per contattarmi: gianni@mondodc.it - via Cavour 30 – Ferrara 44121 – tel. 3932232939